Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo rurale

Opzione “Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del territorio “

Quadro orario

MATERIE
Classe
1^
2^
3^
4^
5^
Lingua e letteratura italiana
4
4
4
4
4
Storia
2
2
2
2
2
Lingua inglese
3
3
3
3
3
Matematica
4
4
3
3
3
Scienze motorie e sportive
2
2
2
2
2
Religione cattolica o attività alternative
1
1
1
1
1
Diritto ed economia
2
2
Scienze integrate: Scienze della Terra e Biologia
2
2
Scienze integrate: Fisica
2
2
Scienze integrate: Chimica
2
2
Tecnologie dell’informazione e della comunicazione
2
2
Ecologia e pedologia
3
3
Laboratori tecnologici ed esercitazioni
3
3
Biologia applicata
3
Chimica applicata e processi di trasformazione
3
2
Tecniche di allevamento vegetale ed animale
3
4
 4
Agronomia territoriale ed ecosistemi forestali
4
2
2
Economia agraria e dello sviluppo territoriale
2
4 3
Valorizzazione attività produttive e legislazione nazionale e comunitaria
 2 3 4
Sociologia rurale e storia dell’agricoltura
2
Economia dei mercati e marketing agroalimentare ed elementi di logistica
 2
2
TOTALE ORE SETTIMANALI
32
32
32
32
32

percorso

COSA SA FARE IL DIPLOMATO

  • Sa definire le caratteristiche territoriali, ambientali ed agroproduttive di una zona attraverso l’utilizzazione di carte tematiche;
  • Collabora alla realizzazione di carte d’uso del territorio;
  • Assiste le entità produttive e trasformative proponendo i risultati delle tecnologie innovative e le modalità della loro adozione;
  • Sa impostare percorsi per il controllo di qualità nei diversi processi, prevedendo modalità per la gestione della trasparenza, della rintracciabilità e della tracciabilità;
  • Sa operare nel riscontro della qualità ambientale prevedendo interventi di miglioramento e di difesa nelle situazioni di rischio;
  • Sa operare favorendo attività integrative delle aziende agrarie mediante realizzazioni di agriturismi, ecoturismi, turismo culturale e folkloristico;
  • Sa prevedere realizzazioni di strutture di verde urbano, di miglioramento delle condizioni delle aree protette, di parchi e giardini;
  • Collaborare con gli Enti locali che operano nel settore, con gli uffici del territorio, con le organizzazioni dei produttori, per attivare progetti di sviluppo rurale, di miglioramenti fondiari ed agrari e di protezione idrogeologica.